Personal tools
You are here: Home zona 5 Materiali dalla zona 5 Lettera ai docenti dei genitori dell'Agnesi
« July 2017 »
Su Mo Tu We Th Fr Sa
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031
 
Document Actions

Lettera ai docenti dei genitori dell'Agnesi

by redazione — last modified 2010-05-12 22:58

Il Comitato Genitori, composto dai rappresentanti di classe, ha riscontrato, da testimonianze di molte classi, delle difficoltà nel riuscire a coinvolgere positivamente e continuativamente gli studenti nell’impegno allo studio e nel rispetto verso persone e cose...

 

LETTERA APERTA DEL COMITATO GENITORI AI DOCENTI e PERSONALE ATA

 

 

 

Il Comitato Genitori, composto dai rappresentanti di classe, ha riscontrato, da testimonianze di molte classi, delle difficoltà nel riuscire a coinvolgere positivamente e continuativamente gli studenti nell’impegno allo studio e nel rispetto verso persone e cose, con conseguente scarso interesse alla materia studiata, verso la scuola, poca partecipazione in classe e difficoltà di attenersi a regole e schemi richiesti loro. Questa situazione si somma ai tagli finanziari già applicati alla scuola ed a quelli che verranno, pesando sullo sviluppo didattico e quindi sulla preparazione culturale dei nostri figli, con grande preoccupazione da parte nostra. Mossi quindi da queste considerazioni e dal timore di abbandono precoce della scuola o di dispersione (considerando anche i dati statistici al riguardo) abbiamo pensato di scrivere questa lettera affinché si rafforzi e consolidi maggiormente quell'alleanza educativa scuola/famiglia che ci pare oggi l'unico strumento in grado di aiutare i ragazzi a trovare il giusto equilibrio e la giusta strada verso il futuro.

La realtà di oggi.

Molte sono le riflessioni fatte sui nostri ragazzi che attraversano ora il periodo difficile dell'adolescenza. La famiglia è in cerca di alleanze educative per far fronte al crescente e sempre più incisivo potere orientativo del gruppo dei pari età, dei mass media e degli innovativi mezzi tecnologici di cui dispongono quotidianamente le nuove generazioni ma che non sono governati da alcun mandato e obiettivo educativo.

Molte sono le riflessioni fatte sui nostri ragazzi che attraversano ora il periodo difficile dell'adolescenza. La famiglia è in cerca di alleanze educative per far fronte al crescente e sempre più incisivo potere orientativo del gruppo dei pari età, dei mass media e degli innovativi mezzi tecnologici di cui dispongono quotidianamente le nuove generazioni ma che non sono governati da alcun mandato e obiettivo educativo.

Negli ultimi anni la scuola è stata progressivamente investita di problematiche di vario genere e siamo ben consci delle difficoltà nelle quali si trovano gli educatori. In considerazione delle rapide e profonde trasformazioni sociali che hanno segnato la realtà familiare, quella scolastica ed hanno modificato sensibilmente il rapporto tra le due istituzioni appare urgente una ripresa ed una ridefinizione del dialogo.

L'Autorevolezza della scuola

Siamo fermamente convinti che acquista un significato particolare il recupero dell'autorevolezza della scuola che passa anche attraverso la riappropriazione da parte degli insegnanti del proprio specifico ruolo formativo. Condividiamo tutti il fatto che il benessere dello "studente si gioca su una molteplicità di piani, tra i quali particolare significanza assumono le dinamiche motivazionali, l'aspetto relazionale, il rapporto dello studente con i percorsi disciplinari e le strategie d'apprendimento: un rapporto tanto più efficace quanto più l'approccio alle discipline non è avulso dalla vita del ragazzo, dalla forte esigenza di esprimere il "sè" e di aprirsi al dialogo nell'ottica di una sempre più responsabile attenzione ai temi della partecipazione, della cittadinanza, della convivenza civile e della legalità.

 

Agire insieme

Desideriamo quindi chiedere la Vostra collaborazione ed il Vostro aiuto ritenendo importante un dialogo tra famiglie ed insegnanti coinvolti nel ruolo di adulti di riferimento in uno sforzo comune volto a trovare strategie che si traducano in iniziative concrete per il benessere ed il successo scolastico dei nostri ragazzi. Siamo noi adulti, educatori, genitori che dobbiamo prendere l'iniziativa ed assumerci appieno le nostre responsabilità.

Siamo fermamente convinti che acquista un significato particolare il recupero dell'autorevolezza della scuola che passa anche attraverso la riappropriazione da parte degli insegnanti del proprio specifico ruolo formativo. Condividiamo tutti il fatto che il benessere dello "studente si gioca su una molteplicità di piani, tra i quali particolare significanza assumono le dinamiche motivazionali, l'aspetto relazionale, il rapporto dello studente con i percorsi disciplinari e le strategie d'apprendimento: un rapporto tanto più efficace quanto più l'approccio alle discipline non è avulso dalla vita del ragazzo, dalla forte esigenza di esprimere il "sè" e di aprirsi al dialogo nell'ottica di una sempre più responsabile attenzione ai temi della partecipazione, della cittadinanza, della convivenza civile e della legalità.

 

Agire insieme

Desideriamo quindi chiedere la Vostra collaborazione ed il Vostro aiuto ritenendo importante un dialogo tra famiglie ed insegnanti coinvolti nel ruolo di adulti di riferimento in uno sforzo comune volto a trovare strategie che si traducano in iniziative concrete per il benessere ed il successo scolastico dei nostri ragazzi. Siamo noi adulti, educatori, genitori che dobbiamo prendere l'iniziativa ed assumerci appieno le nostre responsabilità.

Vi invitiamo, se lo desiderate a partecipare al comitato Genitori che si tiene ogni ultimo sabato del mese in sede dalle ore 09,00 alle ore 11,00 .

Siamo aperti al dialogo e pronti a sostenere iniziative insieme a Voi.

Milano 12 aprile 2010

Il Comitato Genitori Agnesi tambucri@tiscali.it-rss.michele@gmail.com

scarica il documento