Personal tools
You are here: Home zona 5 documenti Continua la querelle con Milano Ristorazione
« May 2017 »
Su Mo Tu We Th Fr Sa
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031
 
Document Actions

Continua la querelle con Milano Ristorazione

by redazione — last modified 2010-01-28 10:32

botta e risposta con Milano Ristorazione in merito alla mancata consegna degli allegati sugli appalti per la fornitura di alimenti

Come molti di voi sapranno è in corso uno dei tanti braccio di ferro con Milano Ristorazione.
Vi inoltro il resoconto di un incontro che si è tenuto con i rsponsabili di MiRi il 22 gennaio, le dichiarazioni del genitore Anna Santoiemma che aveva avuto l'appuntamento, le repliche di Carruba dui MiRi, la successiva replica della Santoiemma. Anche il coordinamento delle commissioni mensa si sta attivando in appoggio di Anna Santoiemma.
Per chi volesse seguire le questioni delle commissioni mensa, è possibile iscriversi alla mailing list delle commissioni mensa inviando un email a
milano_commissioni_mensa-subscribe@yahoogroups.com

 
Il giorno 23 gennaio 2010 10.10,

annasantoiemma@virgilio.it ha scritto:

Ciao a tutti,
in sintesi vi riporto i punti pù salienti: Il nostro obbiettivo era di avere i famosi allegati che MIRI si rfiuta di consegnare da 10 anni ai membri della commissione mensa.
(gli allegati, come dall'art.5 dalle contratto di sevizio tra il Comune di Milano e MIRI, contengono gli standars qualitativi, quantitativi, e di igene)

Hanno cominciato con le loro favolette che sono belle promesse e intenzioni, (sopratutto sul biologco e sulla loro massima intenzione a far mangiare biologico ai bambini) ma non forniscono elementi sulla carta di riscontro.

Dopo  una serie di peripezie per trovare una scusa al fatto che loro non potevano consegnarci gli allegati (ognuno aveva una propria teoria), ho presentato, poichè ero preparata a questo tipo di risposta, una richiesta formale di accesso agli atti, come previsto dalla legge, in base alla quale, se  i documenti entro 30 gg non vengono consegnati, presenteremo ricorso al TAR.
Cremonini ha ancora un procedimenti in corso, e fino alla sentenza, c'è la presunzione di innocenza, ma i nostri bambini intanto continuano a mangiare la loro carne. Il contratto scade a settembre del 2012.
L'elemento, per me, più grave emerso dall'incontro è la dichiarazione rilasciata dal presidente Carruba alla giornalista di Repubblica, che ieri non hanno permesso di partecipare all'incontro.
Carruba ha dicharato: lui, come presidene della società, non ricerca produtori bilogici,  sia per  costi, ma sopratutto perchè  lui non crede nel biologico perchè non sono dimostrati scentificamente i suoi benefici, (per lui è una manovra politica-economica) inoltre ha dichiarato che noi mamme siamo tutte delle ignoranti e quello che offre MIRI ai bambini e di qualità ben superiore di quello che noi mamme faciamo mangiare ai nostri bambini. (quindi tutto il contrario di quello che dicono i suoi dirigenti per tener buone le mamme).
Anch'io ho rilaciato la mia dichiarazione a Repubblica: ho detto che, prima di tutto, dal punto di vista legale, lui con questa dichiarazione dispapplica sia formalmente che sostanzialmente l'art. 5 del contratto, il quale recita " i prodotti biologici saranno proposti a bambini al posto di quelli tradizionali con frequenze diverse che dipendono dal gradimento dei bambini e dalla disposizione del mercato" e ancora " Conformemente a quanto indicato dal comma preedente (dove sono indicati gli allegati con non ci danno) l'obbiettivo sarà introdurre via via nuovi alimenti biologici e almeno per alcuni di essi (ad esempio riso e passa di pomodoo), sostituire quelli tradizionali"
in secondo luogo, dal punto divista scienifico, ho richiesto il contradittorio con l' Istitutto dei Tumori di Milano che, inseguito agli studi tra dieta e cancro, ha dimostrato che la dieta influenza "l'iniziazione e la promozione dei tumori con differenti meccanismi" , tanto che hanno fondato La Cascina Rosa, un "luogo di ristoro ed una scuola di cucina" dove gli scenziati dell'istituto dei tumori curano i pazienti attraverso una dieta alimentare biologica e, inoltre, è aperto a chiunque voglia partecipare al loro progetto per la prevenzione dei tumori, seguendo una dieta con prodotti biologici. (Tutto il lavoro di questi scienziati mi sembra proprio una manovra politia-economica....., poverini devon parlare con lo scienziato Carruba così gli infonde la sua saggezza).   (potete approfondire nel link: <http://www.istitutotumori.mi.it/istituto/cittadino/cascinaRosa.asp>http://www.istitutotumori.mi.it/istituto/cittadino/cascinaRosa.asp)
Dobbiamo attendere i 30 gg per i documenti, si parte da lì.
Saluti
Anna

 

Replica di Carruba.

 

http://www.libero-news.it/regioneespanso.jsp?id=334439

Cronaca | 23/01/2010 | ore 17.16 »

Scuola: Milano Ristorazione, documenti qualita' alimenti sono a disposizione

Milano, 23 gen. (Adnkronos) - "Sono false e prive di ogni fondamento le dichiarazioni rilasciate ieri ad alcuni organi di stampa dalla signora Anna Santoiemma. Tutti i documenti di Milano Ristorazione concernenti gli appalti per la fornitura degli alimenti e la loro qualita' sono a disposizione delle Commissioni mensa, che rappresentano gli interessi dei nostri clienti". Lo si legge in una nota dopo un articolo di stampa in cui la signora Santoiemma, una mamma parte della commissione mensa della scuola di via Bussero, ha detto che l'azienda "si rifiuta di farci conoscere tutti i documenti relatvi alla qualita' del cibo".

I documenti, continua la nota "vengono sempre forniti su richiesta. Anche alla signora Santoiemma che ieri, per la prima volta, ne ha fatto richiesta, ne sono stati consegnati alcuni e altri le saranno forniti nei prossimi giorni, non appena fotocopiati".Milano Ristorazione ha dato mandato ai propri legali di valutare il ricorso alla querela per diffamazione nei confronti della signora.

''Spiace, che accadano cose simili - dichiara Michele Carruba, Presidente di Milano Ristorazione - In questi anni abbiamo improntato ogni nostra azione alla trasparenza e alla collaborazione: basta chiedere e si ottiene. Atteggiamenti e comportamenti aggressivi, ostili e diffamatori, sono privi di ogni senso, incomprensibili e rivelano intenzioni scarsamente costruttive, comunque diverse da quelle di

 

 

----Messaggio originale----
Da: annasantoiemma@virgilio.it
Data: 26-gen-2010 13.12
A: <redazione.milano@adnkronos.it>
Ogg: replica al Presidente Carrubba da Anna Santoiemma (membro commissione mensa scuola G.P. Pirelli)

 

Con la presente desidero replicare alla dichiarazione rilasciata dal Presidente di Milano Ristorazione dott. Carrubba in data 23/01/2010:

nell’incontro del 22 gennaio 2010 la sottoscritta, accompagnata da n. 18 genitori, ha avanzato la necessità di avere i 15 allegati al Contratto di Servizio sottoscritto nel 2000 dal Comune di Milano e Milano Ristorazione Spa: i documenti non sono stati rilasciati.

Essendo gli stessi documenti oggetto di richiesta da parte dei genitori da quasi 10 anni sono in condizione di poter dimostrare, insieme a tutte le altre mamme che già in passato si sono ritrovate a mani vuote, che l’esercizio ripetuto del diritto di accesso agli stessi atti da me richiesti non ha avuto esito positivo.

L’unico documento fornito in quella sede e’ una scheda tecnica su uno specifico prodotto.

Oltre che essere membro della Commissione mensa sono una privata cittadina che usufruisce a titolo oneroso di un servizio pubblico, quale la mensa scolastica, e che ha esercitato il diritto-dovere di partecipare attivamente alla verifica delle effettive condizioni di qualità del servizio reso e di confrontarsi civilmente e anche criticamente con la società alla quale è stata affidata la gestione del servizio. Prendo atto che al confronto si replica ipotizzando querele e interessando gli studi legali. Questa sarebbe la pubblica amministrazione trasparente e tenuta a trattare con i cittadini in modo cortese e disponibile? Sapere che alcuni avvocati, probabilmente, remunerati con denari indirettamente pagati da noi cittadini, sono stati incaricati di valutare la rilevanza penale delle mie parole  mi fà sentire intimidita.

Confidando nella buona fede del Presidente di Milano Ristorazione, resto nell’attesa di ricevere i 14 allegati non appena saranno “fotocopiati”.

 

 

Cordiali Saluti

 

Anna Santoiemma