Personal tools
You are here: Home Comitato CremonaZappa Verbale riunione commissione Salute
Document Actions

Verbale riunione commissione Salute

by Roberta Respinti last modified 2014-04-15 23:44

del 15 marzo 2014

Commissione Salute

 

Riunione del 15 marzo 2014

 

Temi del giorno:

  1. Preparazione corso per i genitori in collaborazione con l'ASL "Adolescenza e rischio"
  2. Educazione fra pari
  3. Utilizzo dispositivi elettronici a scuola (Wi Fi) e prevenzione
  4. Proposta “counseling famigliare”
  5. Varie ed eventuali

 

 

1- Preparazione del corso per i genitori sul tema "Adolescenza e rischio"

Si spiega ai genitori delle classi prime presenti alla riunione lo scopo del corso.

E’ organizzato dall'Asl Milano sul tema del rapporto fra genitori e figli adolescenti e si svolge in 3 incontri affrontando argomenti quali: cosa significa adolescenza, la valutazione del rischio, come i ragazzi l’hanno risolto.

E’ aperto ai genitori di tutte le classi anche se è più indicato per i genitori dei ragazzi che frequentano il biennio.

Considerato il giudizio molto positivo espresso dai genitori che hanno partecipato alle edizioni precedenti è stato confermato il ciclo di incontri di quest’anno.

 

Gli incontri, a cui possono partecipare liberamente i genitori, previa iscrizione, sono gratuiti e si svolgono il sabato mattina nelle seguenti 3 giornate:

 

sabato 29 marzo ore 9.30 - 12.30

sabato 4 aprile ore 9.30 - 12.30

sabato 11 aprile ore 9.30 - 12.30

 

Gli incontri sono rivolti ai soli genitori del liceo Cremona poiché il rapporto fra operatori Asl e istituto Zappa anche per quest’anno non è stato rinnovato.

Si cercherà, come si era già provato l’anno scorso, di promuovere da parte nostra il superamento delle criticità che impediscono la ripresa del progetto Educazione fra pari, operando nelle sedi opportune.

La dott.ssa Vimercati dell’Asl, responsabile del progetto “Adolescenza e rischio”, fornirà la nuova presentazione dell'iniziativa da distribuire ai genitori e chiede che nell’invito sia esplicitato che il corso è rivolto ai soli genitori del Cremona per evitare spiacevoli problemi fin dal primo incontro.

La commissione Salute in tempi stretti organizzerà la comunicazione alle famiglie (privilegiando le classi prime e seconde ed escludendo le classi quinte) chiedendo ai rappresentanti di classe di diffondere la presentazione prima dei prossimi consigli di classe di marzo e chiedendo anche la pubblicazione sia sul sito del Comitato Genitori sia sul sito della scuola.

Inoltre abbiamo deciso di reinserire la valutazione dei genitori partecipanti alle pregresse edizioni nel volantino e/o nel sito, accessibile a tutti, del comitato Genitori nella sezione dedicata alla commissione Salute.

 

2 - Educazione fra pari

Si spiega ai genitori delle classe prime presenti come è articolato il corso. Quest’anno hanno seguito il corso preparatorio gli studenti delle classe terze su bullismo, ciber-bullismo e sexting.

Essi dovranno poi effettuare quest’anno un intervento nelle classi prime mentre l’anno successivo sarà dedicato all’abuso di sostanze e sessualità e si svolgerà nelle classi seconde.

Il corso di formazione dei ragazzi di terza prevede 5 incontri di 3 ore ciascuno. L’anno prossimo, in quarta, è previsto una settimana completa.

Si discute del fatto che un’unica mattina di assenza al corso che, anche quando gravi e giustificate, comportino l’allontanamento del ragazzo/ragazza dal programma per i 3 anni dell’iniziativa.

Queste sono delle regole date ai ragazzi durante il primo incontro e motivate dall’impossibilità di ripetere le lezioni ai singoli ragazzi con la conseguenza di lasciare l’argomento non trattato e quindi il ragazzo non preparato sull’argomento. Si chiede di fare una valutazione se non ci possa essere una soluzione alternativa e inoltre di informare anche le famiglie su queste regole.

 

L’educazione fra pari viene svolta attualmente in 30 scuole a Milano e hinterland e funziona molto bene. Il Provveditorato allo studio assieme all’ASL hanno programmato una giornata di incontro per il 4 aprile. Ci sarà uno spettacolo organizzato e poi i ragazzi dovranno partecipare all’elaborazione della parte finale di tale spettacolo.

 

3 - Utilizzo dispositivi elettronici a scuola (Wi Fi) e prevenzione

Si valuta la possibilità di ripercussioni sulla salute dei ragazzi in caso di presenza di Wi Fi nelle scuole e soprattutto dalla presenza di numerosi dispositivi (cellulari) presenti in ambienti chiusi. Nell’uso dei telefoni mobili è indispensabile seguire il principio di precauzione e la minimizzazione dell’esposizione.

A tale proposito il Consiglio Superiore di Sanità ha divulgato una serie di raccomandazioni per ridurre l’espozione al campo delle onde elettromagnetiche. Queste, in sintesi,  i comportamenti cautelativi da adottare:

·       educare i bambini e ragazzi ad un uso non illimitato del cellulare

·       utilizzare sistemi come l’auricolare e il viva-voce (dispositivi a mani libere) che consentono di allontanare la testa e il corpo dal cellulare

·       limitare, sia nel numero che nella durata, le telefonate con il cellulare

·       utilizzare i messaggi di testo

 

Una sintesi con i consigli su come va utilizzata questa apparecchiatura per diminuire l’esposizione ad onde elettromagnetiche potrebbe essere diffusa tra gli studenti.

Si discute e si concorda per la diffusione, magari attraverso il sito della scuola e quello del comitato genitori, di questi consigli. Si concorda inoltre di incentivare l’uso degli auricolari da parte dei ragazzi, magari ottenendo per i nostri ragazzi degli sconti per l’acquisto degli auricolari.

Si valuta una campagna di sensibilizzazione affinchè venga rispettata la norma di non utilizzo di cellulari a scuola sensibilizzando appunto, secondo le raccomandazioni, affinchè i cellulari venagano tenuti SPENTI a scuola.

 

4 - Proposta “counseling famigliare”.

Un genitore propone un incontro per i genitori sul tema disoccupazione e ripercussione nell’ambito famigliare. Tenendo conto che i genitori accompagnano il percorso dei ragazzi negli anni, può essere sensato, riportare questa realtà nell’ambito della scuola.

Quando un adulto perde il lavoro, perde gran parte del suo sistema di relazioni, per questo è importante che possa attivare altre relazioni. Che sono relazioni innazitutto sociali e proprio per questo preziose, soprattutto quando una persona è isolata dal mondo del lavoro.

Si potrebbe elaborare un progetto da presentare successivamente ed eventualmente effettuare all’inizio del prossimo anno scolastico.

 

5 - Varie ed eventuali

Un genitore propone inoltre di utilizzare la lavagna, presente nel salone dove si attende per il colloquio con gli insegnanti, per comunicare con tutti i genitori.