Personal tools
You are here: Home Comitato CremonaZappa Notizie varie Back home from Australia
Document Actions

Back home from Australia

by Daniele Guarino last modified 2009-10-11 17:02

L'esperienza australiana vissuta da Marta e Francesca

Sommerse di emozioni e di domande, di amici e parenti curiosi di sapere ogni particolare di questo viaggio che ci ha portate ad attraversare “mezzo globo terracqueo” (citazione di Maurizio Maravigna), e a finire a testa in giù, riordiniamo le idee e ci chiediamo “cosa è stato veramente importate?”.

 

La prima cosa che ci balena per la mente sono le relazioni, le amicizie insostituibili che abbiamo scoperto all’interno del nostro gruppo tra ragazzi e docenti, quelle, del tutto nuove, con i ragazzi australiani e le loro famiglie.

 

Cerchiamo di allontanarci per riflettere e osservare meglio. I giorni passano e noi non vogliamo perdere nessuna sensazione, emozione o ricordo di questa esperienza che ormai fa parte del nostro piccolo bagaglio personale.

 

Allontanandoci vediamo tutto da una posizione più completa e capiamo di aver vissuto una realtà al limite del credibile, una realtà che ci ha circondati per due settimane e che ci ha dato la possibilità di conoscere una cultura e uno stile di vita diverso dal nostro.

 

L’accoglienza in famiglia è stata calorosa e non è stato difficile sentirci già inserite e a nostro agio fin dal primo momento. Sembra strano, ma in pochi giorni si è creato un legame di amicizia e di affetto sia con le nostre famiglie, sia con i ragazzi australiani.

 

Certo abbiamo visitato luoghi e città indimenticabili, ma il ricordo più profondo è legato all’esperienza teatrale.

 

Ricreare lo spettacolo ogni volta in uno spazio diverso, in tempi brevi e con qualche improvvisazione, è stata una sfida che ci ha messe alla prova, soprattutto con noi stesse. Ma la fiducia del professor Maravigna è stata una forte spinta emotiva. Abbiamo cercato di dare il massimo delle nostre possibilità per contribuire alla buona riuscita dello spettacolo.

 

Le persone da ringraziare sono tante, non vogliamo annoiarvi elencandole.

Un grazie, a tutti, così immenso e sconvolgente da farvi finire a testa in giù!

 

 

Francesca Grassi e Marta Quagliuolo