Personal tools
You are here: Home Venezia Notizie Grande manifestazione regionale a Venezia il 21 marzo
Document Actions

Grande manifestazione regionale a Venezia il 21 marzo

by redazione — last modified 2009-03-13 21:23

La primavera della scuola MANI-FESTA: indetta dal Coordinamento dei Comitati genitori e insegnanti "Buona Scuola" del Veneto verranno consegnati i moduli con le firme raccolti dai comitati in questi mesi di mobilitazione in tante scuole di tutto il Veneto

Comincia la fase due, inizia in tutta Italia la campagna di primavera!

In questi mesi ci siamo mobilitati e abbiamo raccolto le firme in tante scuole di tutto il paese, per chiedere il mantenimento dei modelli orari e organizzativi della scuola pubblica, basati sulle compresenze e sulla pluralità docente.

Le famiglie hanno detto NO al ritorno alla scuola del passato, ad una scuola povera, superficiale, frettolosa. Hanno chiesto invece a gran voce i modelli orari che garantiscono più istruzione, più relazione educativa, più tempo scuola e condivisione, più formazione per le bambine e i bambini, cittadini di oggi e del futuro.

Oggi sappiamo che le 24 e le 27 ore sono state bocciate da oltre il 90% dei genitori!

Adesso vogliamo gli organici necessari!

L’abbiamo sempre affermato con forza e oggi continuiamo a ribadirlo.
Non è una questione di "5 ore in più" di organico settimanale per salvaguardare il “tempo-lungo” e il servizio mensa, non c'è un "particolare modello veneto" di scuola da difendere!

È la scuola pubblica italiana, è la scuola delle opportunità,
il futuro dei nostri figli e del nostro paese!

È la salvaguardia della qualità formativa, il mantenimento dei laboratori, della pluralità docente, delle compresenze, del tempo-scuola disteso per proporre i tanti alfabeti e linguaggi disciplinari.
È l’accoglienza dei bisogni e delle esigenze di tutti, per includere e star vicino, garantire  il supporto agli alunni stranieri, il sostegno ai bambini con disabilità.
È un numero di alunni per classe che non deve aumentare ma essere compatibile con la sicurezza, per un ambiente e una didattica che promuova l'apprendimento e il successo scolastico di tutti.
È la condivisione tra i docenti, la collegialità, le singole professionalità che convergono nella co-responsabilità formativa, didattica e valutativa.
È il rapporto con “più insegnanti”, e non con un “maestro unico”, per offrire la ricchezza di relazioni plurali ed efficaci, per una didattica differenziata che facilita la crescita cognitiva e sociale.
È questa la scuola che guarda al futuro, dove le risorse, finanziarie e umane, devono garantire ciò che le famiglie italiane hanno scelto e di cui le scuole hanno bisogno:

una scuola lunga (30 e 40 ore) e di qualità, di tutti e per tutti !!!
Non esiste il nesso “più tagli = maggiore qualità”

La scuola che andava bene 30 anni fa non regge alle sfide e alle complessità di oggi!
Files
Scarica il volantino   244.1 kB 
Manifestazione regionale a Venezia