Personal tools
You are here: Home Eventi V Seminario Nazionale di Educazione Interculturale
« March 2017 »
Su Mo Tu We Th Fr Sa
1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031
Log in


Forgot your password?
New user?
 
Document Actions

V Seminario Nazionale di Educazione Interculturale

by Marco Donati last modified 2011-07-02 00:28

Senigallia i gg.5-6-7 settembre 2011

V SEMINARIO NAZI0NALE DI EDUCAZIONE INTERCULTURALE
”SCELTE EDUCATIVE E INNOVAZIONE NEI CURRICOLI SCOLASTICI
DEL CITTADINO GLOCALE”
SENIGALLIA, Rotonda a Mare
5-6-7 Settembre 2011

 

I curricoli attualmente in vigore sono caratterizzati da discipline, che vengono presentate come separate e costituite da frammenti di sapere, scelti secondo una logica che spesso fa riferimento a gerarchie ottocentesche. Questo modello di cultura è estraneo al mondo contemporaneo, nel quale si producono approcci scientifici sempre nuovi, mentre le vecchie materie scolastiche si trasformano velocemente e si mescolano nei modi più diversi. Le discipline, così, si allontanano progressivamente dal panorama scientifico corrente e obbligano il docente che se ne avvede ad estenuanti pratiche di aggiornamento. Questa abitudine scolastica alla separazione, inoltre, non ha risparmiato, nei tempi più recenti, l’intercultura che è vista come un problema a se stante che non riguarda le discipline, perché è oggetto specifico di attenzione da parte di pedagogisti, psicologi e studiosi di lingua.

Nei Seminari di Educazione Interculturale, giunti quest’anno alla loro V edizione, si cerca una strada diversa, che porti alla ricomposizione della frattura fra sapere scolastico, produzione scientifica e idealità formative. La premessa di questi seminari, verificata di volta in volta con la partecipazione di ricercatori dei diversi campi disciplinari, è che le discipline, solo in una versione aggiornata, si prestano molto più facilmente alle richieste formative del mondo contemporaneo e che, per converso, proprio gli apparati disciplinari tradizionali costituiscono un ostacolo al loro raggiungimento.

Si tratta di indagare scientificamente e di praticare nelle scuole un terreno nel quale le discipline – scientifiche e umanistiche – da una parte trovino logiche, pratiche, materiali e modelli di pensiero trasversali e convergenti e, dall’altra, riescano a problematizzare la questione vitale del mondo contemporaneo, derivante dal fatto che – per la prima volta nella storia umana – l’umanità diventa consapevole di abitare lo stesso, unico, pianeta. Una situazione inedita, che fonde progressivamente ambiti problematici, fino a poco tempo fa anch’essi ritenuti distinti, come l’intercultura, lo sviluppo sostenibile e l’educazione ad una nuova cittadinanza.

Il V seminario di Educazione Interculturale, dunque, mette al centro della sua riflessione l’insegnamento di discipline umanistiche, come Storia ed Educazione alla Cittadinanza, e scientifiche, come Fisica, Biologia e Matematica. Lo fa, come d’abitudine, chiedendo ad esperti di fama europea di focalizzare le questioni e invitando i partecipanti, attraverso una ricca offerta di laboratori, a cimentarsi nella risoluzione concreta dei problemi didattici. Un progetto che vorremmo sintetizzare nella formula: passare dalla cultura della disgiunzione a quella della congiunzione.

CONTATTI

Attendees On. Letizia De Torre - Vinicio Ongini - Roberto Mancini - Ornella Pantano - Marilar Jiménez-Aleixandre - Christian Elevati e Valeria Emmi, INTERVITA - Nicoletta Lanciano, MCE - Silvia Di Laurenzi e Pino Giordani, CIES - Francesca Vitrone, Università di Macerata, Alessandra Berardi e Isabella Bruni, CVM - Giovanna Cipollari, CVM - Ettorina Rubino, ACCRI e RES Marche - Goffredo Giraldi, Associazione Senigalliese di Astronomia “Aristarco di Samo” - Areta Sobieraj, Oxfam Italia - Serenelli Marneo, ANSAS Marche - Goffredo Giraldi - Pietro Pinto, COSPE - Antonio Brusa, Università di Bari - Ramòn Lopez Facàl, Università di Santiago de Compostela - Benedetto Di Paola, Università di Palermo - Mario Iannone, Historia Ludens - Elena Musci, Università di Bari - Franco Favilli, Università di Pisa, Maria Piccione, Università di Siena - Bruno Iannamorelli, Esperto di intercultura - Fulvia Principi, Dirigente scolastica - Fabrizio Leone, CVM - Marco Cecalupo, Historia Ludens - Catia Brunelli e Annalisa Geniali, Università di Urbino - Massimiliano Lepratti, Esperto di Educazione Interculturale - Antonio Brusa, Università di Bari